L’ombra del collezionista, di Jeffery Deaver

Copertina

Titolo: L’ombra del collezionista
Autore: Jeffery Deaver
Editore: Rizzoli
Anno: 2014
Genere: Thriller
Pagine: 489
Formato: Cartaceo/Ebook

Trama:

Delle sue vittime lui non vuole il corpo, vuole solo la pelle: per marchiarla a morte. È un novembre gelido, a New York, e nelle strade spazzate dal vento e dalla neve si aggira un serial killer. È scaltro, feroce, implacabile. Aggredisce donne e uomini nei seminterrati, li trascina nelle gallerie buie e umide che si allargano labirintiche nel sottosuolo, li tatua con un inchiostro al veleno lasciando loro sulla pelle incomprensibili messaggi fatti di numeri e lettere; poi li abbandona a un’agonia lenta e straziante. Chi è e cosa vuole? E il tatuaggio che porta sul braccio, un centopiedi rosso con zanne e un volto umano, ha un significato? A esaminare i primi indizi, il killer sembra ispirarsi al collezionista di ossa, il famigerato criminale che più di dieci anni prima aveva gettato nel terrore la città e messo a dura prova il brillante talento deduttivo di Lincoln Rhyme. Questa volta, spalleggiato dalla fidata Amelia Sachs e da tutta la squadra, il criminologo più famoso d’America sarà costretto a districarsi in un oscuro ginepraio di false piste e colpi di scena, in lotta contro il tempo per sventare un piano folle e diabolico. Perché il passato non muore mai, e il nemico non è mai così lontano.

Giudizio:

Ricordate Lincoln Rhyme, Amelia Sachs e la loro prima indagine congiunta? Lo chiamavano “Il collezionista di ossa”, quel criminale che uccideva le vittime mettendone sempre a nudo le ossa, appunto. Non commettete l’errore grossolano di chiamarlo seriale, però… Continua a leggere “L’ombra del collezionista, di Jeffery Deaver”

Il giardino delle belve, di Jeffery Deaver

Da Fralerighe Crime n. 9 Come quarto ed ultimo appuntamento con le opere di Jeffery Deaver, vorrei parlare del suo romanzo thriller ad ambientazione storica “Il giardino delle belve”. New York, 1936. L’America e il mondo intero guardano con preoccupazione all’inarrestabile ascesa di Hitler e al pericoloso espansionismo della Germania nazista. Paul Schumann, sicario d’origine tedesca, … Continua a leggere Il giardino delle belve, di Jeffery Deaver

L’addestratore, di Jeffery Deaver

Da Fralerighe Crime n. 8 Come terzo libro per il ciclo Deaver propongo il recente L‘addestratore, un altro stand-alone piuttosto particolare. L’agente Corte viene assegnato alla protezione della famiglia dell’agente Ryan Kessler, poliziotto decorato con problemi di alcolismo, una figlia adolescente ed una moglie, Joanna, riservata. Essi sono infatti entrati nel mirino di un pericoloso … Continua a leggere L’addestratore, di Jeffery Deaver

I corpi lasciati indietro, di Jeffery Deaver

Da Fralerighe Crime n. 7 Dopo aver parlato nel numero dell’inizio della saga su Lincoln Rhyme, adesso vale la pena di parlare di uno stand-alone firmato ancora una volta da Jeffery Deaver. Sembra una normalissima serata al Lago Mondac, Winsconsin, quando la polizia riceve una telefonata insolita da una delle case più isolate della zona. Una mezza richiesta di soccorso da parte dei coniugi Feldman, che poi … Continua a leggere I corpi lasciati indietro, di Jeffery Deaver