Search & Destroy

– come eliminare i cliché del fantasy e rinnovare il genere. (da Fralerighe n. 2) Negli ultimi anni abbiamo assistito a un boom commerciale del fantasy, che però ha portato a una sostanziale crisi di idee. Ogni nuova moda è stata cavalcata così tanto da esaurirsi nel giro di pochi mesi, basti citare gli esempi … Continua a leggere Search & Destroy

I figli di Medusa, di Theodore Sturgeon

Da Fralerighe n. 2 Penso che il romanzo “I figli di Medusa” di Theodore Sturgeon sia oggi di grande attualità. È un classico della fantascienza anni ’50, ma non si può considerare il capolavoro del grande scrittore americano. Ci ha lasciato migliori testimonianze con “Cristalli sognanti” e con lo struggente “Nascita del superuomo”. Gurlick è … Continua a leggere I figli di Medusa, di Theodore Sturgeon

Urania

Da Fralerighe n. 2 Ogni otto giorni correvo in edicola a comprare il nuovo numero di Urania. Negli anni ’60 era settimanale: cinquantadue promesse di meraviglie rigorosamente mantenute. E tutto cominciava con la sorpresa della copertina. A quell’epoca il disegnatore era Karel Thole. Nei celebri cerchi in campo bianco, l’artista ci dava un vago assaggio … Continua a leggere Urania

La chimica della morte, di Simon Beckett

Da Fralerighe n. 2 Con questo numero vorrei iniziare la recensione di una saga – purtroppo non molto conosciuta – dalla trama e stile a dir poco interessanti. Si tratta di quattro romanzi che vedono come protagonista l’anatomopatologo londinese David Hunter. Il romanzo d’esordio vede come ambientazione un cupo villaggio del Norfolk di nome Manham, … Continua a leggere La chimica della morte, di Simon Beckett